Strumenti per recupero Raid e Nas

Una azienda che vuole lavorare conforme a degli stantard ISO, NON può recuperare il raid direttamente dai dischi del cliente. Infatti uno o più di questi dischi potrebbero essere in procinto di guastarsi e la lunga elaborazione nelle fasi del recupero, potrebbe metterli definitivamente fuori uso, compromettendo definitivamente ogni possibilità di ripristino del nas.
Ne consegue che è indispensabile clonare tutti i dischi, il che significa esigenza di spazio sufficiente a crearne le singole immagini.
Si intuisce quindi che per effettuare il recupero di un raid o di un nas, servirà un server a sua volta dotato di raid capiente a sufficienza.
Esempio per un NAS Raid 5 con 4 dischi da 500GB, capienza 1,5TB, spazio occupato 1,2TB:
immagini dischi 4x500GB = 2TB, copia dei dati 1,2TB, spazio necessario 3,2TB

Fasi del recupero dati da raid 5

Una volta che le immagini dei singoli dischi saranno create correttamente, scopo che per essere raggiunto può comportare anche un lavoro di recupero dati in camera bianca, potremo passare alla fase di reverse engineering la quale ci porterà a ricostruire la logica con la quale il sistema distribuiva lo stripe.

Terminata la fase di reverse engineering, si potrà passare al lavoro di ricostruzione dei volumi che componevano il raid.

Solo a questo punto si potrà procedere alle fasi tradizionali del recupero dati, che però saranno tanto più lunghe e complicate quanto ingente è l'ammontare dei dati

Complicazioni del recupero NAS

Quanto spiegato nella colonna precedente, nel caso del NAS, incontra una complicazione aggiuntiva, infatti si diceva che deve essere ricostruita la logica con la quale il controller raid distribuiva gli stripe sui vari dischi, ecco, il NAS è economico perchè ha un controller per i dischi che però non è un vero controller raid.

Per recuperare i dati da un NAS ci si imbatte quindi in un passaggio in più che concerne ricostruire il controller stesso che nel NAS è un mix di hardware e software, il quale software, ad ulteriore complicanza, è distribuito sui dischi stessi.

In fine, l'ultima complicazione sono gli utenti stessi, che purtroppo non programmano mai il NAS in maniera opportuna e quindi difficilmente si saprà quale è l'ordine in cui i dischi sono andati offline o si sono guastati.

Powered by Recupero Dati Verona · Recupero Dati & Recupero File da qualsiasi tipo di supporto - No Dati, No Costo - Servizio Celere